Guida per i Media

In questa sezione sono riassunte le disposizioni più importanti per gli organi di informazione relative al diritto di cronaca sportiva e all'acquisizione dei diritti audio-video delle gare organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti, anche per tramite dei Comitati Regionali. 
Per un approfondimento si consiglia di consultare le rispettive circolari:

Circolare 7 - Diritto cronaca sportiva

Circolare 8 - Acquisizione diritti audio-video

Acquisizione diritti audio-video

Diritti audio-video

Le emittenti interessate potranno acquistare, in via non esclusiva - e fatti salvi i diversi accordi tra la LND e broadcaster nazionali e internazionali - i diritti di diffusione audio e video (TV, radio, canali web e social network) delle gare direttamente organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti (fatta eccezione per la gara di finale della Coppa Italia Dilettanti, della gara di finale della fase nazionale del Campionato Juniores e delle gare del Torneo delle Regioni) e delle gare relative alle attività dei Campionati regionali e provinciali organizzate per il tramite dei Comitati Regionali.

Le trasmissioni audio-video realizzate in differita – da intendersi non prima delle ore 20.30 del giorno in cui si disputa la gara o, in ogni caso, non prima di due ore e trenta minuti dal termine delle gare che abbiano inizio dopo le h. 17.00 – sono invece concesse a titolo gratuito.

 

 

Modalità di acquisto e costi per le gare organizzate dalla LND

Le emittenti interessate dovranno far pervenire la propria manifestazione di interesse all’acquisto di una singola gara – almeno sei giorni prima dell’evento - scrivendo all’indirizzo dirittiradiotv@lnd.it.

Successivamente la Segreteria Generale della LND, ottenute le necessarie verifiche, provvederà ad inoltrarla alla LND Servizi Srl, che a sua volta invierà al soggetto interessato la documentazione contrattuale, le condizioni economiche e le modalità di acquisto dei diritti concernenti la trasmissione in diretta. L'iter si riterrà concluso nel momento in cui il soggetto richiedente avrà ricevuto dalla Segreteria Generale della LND lo specifico documento autorizzativo che è sottoposto alla ratifica, anche successiva, del Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti.


Si pubblicano qui di seguito le gare direttamente organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti ed i corrispettivi economici richiesti per l’acquisto dei singoli incontri come comunicati da LND Servizi:

DIRETTA AUDIO-VIDEO (TV, sistemi on-demand, streaming, etc.)

- Spareggi-promozione tra le Seconde di Eccellenza (gare primo e secondo turno)

€ 1.000/00 + IVA

- Coppa Italia Dilettanti (dalla fase a gironi alle semifinali)

€ 1.000/00 + IVA

- Fase nazionale Juniores (dalla fase a gironi alle semifinali)

€ 500/00 + IVA

   

DIRETTA AUDIO E STUDIO/STADIO  (radio, sistemi on-demand, streaming, etc.)

- Spareggi-promozione tra le Seconde di Eccellenza (gare primo e secondo turno)

€ 300/00 + IVA

- Coppa Italia Dilettanti (dalla fase a gironi alle semifinali)

€ 300/00 + IVA

- Fase nazionale Juniores (dalla fase a gironi alle semifinali)

€ 150/00 + IVA

Modalità di acquisto per le gare organizzate dai Comitati Regionali LND

Per quanto concerne i diritti di diffusione in diretta di gare relative alle attività dei Campionati regionali e provinciali organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti per il tramite dei Comitati Regionali, possono essere autorizzate solo per motivi e circostanze particolari – diverse da quelle afferenti alla tutela dell'Ordine Pubblico in relazione all'adozione di provvedimenti emessi dagli Organismi competenti in materia – e sempre a carattere oneroso a carico dei soggetti richiedenti.

La gestione dei diritti di cui sopra è demandata alla LND Servizi Srl. Pertanto, i soggetti richiedenti dovranno far pervenire una manifestazione d'interesse all'acquisto di una singola gara - almeno 10 giorni prima della data ipotizzata per la trasmissione della stessa – oppure alla predisposizione di un pacchetto di gare – in un tempo congruo rispetto all'inizio delle attività ufficiali organizzate dai Comitati Regionali - scrivendo all'indirizzo dirittiradiotv@lnd.it.

La Segreteria Generale della LND, effettuate le necessarie verifiche, provvederà ad inoltrarla alla LND Servizi Srl. Successivamente, per il tramite del Comitato Regionale, LND Servizi Srl invierà al soggetto interessato la documentazione contrattuale, le condizioni economiche e le modalità di acquisto dei diritti concernenti la trasmissione in diretta. L'iter si riterrà concluso nel momento in cui il soggetto richiedente avrà ricevuto dalla Segreteria Generale della LND lo specifico documento autorizzativo che è sottoposto alla ratifica, anche successiva, del Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti.

Diritto di cronaca sportiva

Diritto di cronaca sportiva - Che cos'è

La Lega Nazionale Dilettanti riconosce alle Emittenti, per la stagione sportiva 2019/2020, il seguente esercizio del diritto di cronaca sportiva:

- per l’esercizio della cronaca radiofonica: trasmissione in diretta di notizie e/o commenti, in apertura, nell’intervallo ed in chiusura delle gare per le quali le Emittenti abbiano ottenuto il nulla-osta, con brevi flash di aggiornamento nel corso della gara, per una durata complessiva che non potrà eccedere il limite di durata di tre minuti per ciascun incontro; 

- per l’esercizio della cronaca televisiva (anche a mezzo digitale, social media o altre modalità on-line): sintesi filmate, trasmesse in differita nel rispetto di quanto previsto al successivo punto, di durata complessiva non superiore ai tre minuti per ciascuna partita.

 

 

Diritto di cronaca sportiva - Come ottenere l'autorizzazione

Le Emittenti che intendono esercitare il diritto di cronaca per le gare organizzate dalla L.N.D. dovranno inoltrare una richiesta scritta al Comitato, Divisione o Dipartimento competente che rilascerà il relativo nulla-osta valido fino al termine della stagione sportiva.
Unitamente alla richiesta dovrà essere trasmessa la seguente documentazione:

a) certificato iscrizione testata giornalistica alla cancelleria del Tribunale competente, certificato della Camera di Commercio-visura camerale e, ove necessario, concessione governativa relativa alle frequenze;

b) le generalità dei giornalisti professionisti e/o pubblicisti designati per l’effettuazione dei servizi, unitamente ai documenti comprovanti la loro iscrizione all’Albo, o l’indicazione del praticante giornalista corredata di documento d’identità in corso di validità e di dichiarazione firmata dal Direttore responsabile che se ne assume la responsabilità;

c) copia del Regolamento (l'Allegato A presente nella Circolare n° 7) sottoscritto per accettazione dal legale rappresentante dell’Emittente;

d) copia della polizza sottoscritta con una primaria compagnia di assicurazione per la copertura di eventuali danni a persone ed a cose derivanti dallo svolgimento dell’esercizio dell’attività di cronaca e/o di ripresa all’interno degli stadi.

Accesso agli stadi e ai locali interni

L’accesso agli impianti sportivi ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca sportiva è subordinato alla richiesta di accredito che le Emittenti in possesso del nulla-osta dovranno inoltrare, partita per partita, a ciascuna delle società ospitanti almeno tre giorni prima della data fissata per l’incontro.

Possono accedere gratuitamente:

- i giornalisti, i cronisti e i fotografi in possesso di accredito rilasciato dalla società ospitante l'incontro;

- i giornalisti in possesso della Tessera-Stampa rilasciata dal CONI e dall’USSI;

- i tecnici e gli operatori audio/video in possesso di accredito rilasciato dalla società ospitante l'incontro.

 

Fermo restando il divieto di accesso ai sottopassaggi e agli spogliatoi, si rammentano di seguito le disposizioni relative agli spazi interni riservati agli organi di informazione:

Tribuna stampa
Possono accedere i giornalisti iscritti all’ODG in possesso di accredito e della Tessera-Stampa rilasciata dal CONI e dall’USSI.

Sala stampa
Possono accedere i giornalisti iscritti all’ODG in possesso di accredito e della Tessera-Stampa rilasciata dal CONI e dall’USSI, i cronisti, i tecnici e gli operatori audio/video autorizzati.

Campo di gioco
Possono accedere i soli fotografi in possesso di accredito nelle apposite postazioni situate dietro le porte e gli operatori video autorizzati.

Locali antistanti gli spogliatoi
Potrà essere concesso ai giornalisti, ai cronisti, ai tecnici e agli operatori audio-video non prima che siano trascorsi venti minuti dal termine della gara.

Interviste ai tesserati - I giornalisti, i cronisti e gli operatori audio/video potranno effettuare interviste ai tesserati a partire da venti minuti dal termine delle gare nei locali predisposti dalle società ospitanti. Le interviste effettuate nella sala stampa o, comunque, all’interno degli stadi potranno essere trasmesse soltanto in differita non prima che siano trascorsi trenta minuti dal termine delle gare.

Emittenti: procedure per accreditarsi

Una volta ottenuto il nulla osta dal Comitato, Divisione o Dipartimento competente (vedi sopra "Come ottenere l'autorizzazione"), le Emittenti dovranno inviare richiesta di accredito almeno tre giorni prima della gara alla società ospitante per un massimo di 1 giornalista e 2 operatori.

Giornalisti: procedura per accreditarsi

I giornalisti potranno richiedere le tessere stampa (prima dell’inizio della stagione) e i tagliandi di accesso (tre giorni prima di ogni gara) inoltrando alle società ospitanti una richiesta da parte del direttore responsabile della testata.

Le tessere stampa potranno essere rilasciate ai giornalisti iscritti all’ODG che svolgono la propria attività nella città nella quale ha sede la società calcistica ospitante o ai giornalisti praticanti muniti di documento d’identità e della dichiarazione del direttore responsabile della testata.


I tagliandi di accesso potranno essere rilasciate: ai giornalisti iscritti all’ODG che svolgono la propria attività in una città diversa da quella in cui ha sede la società calcistica ospitante o ai giornalisti praticanti muniti di documento d’identità e della dichiarazione del direttore responsabile della testata; ai cronisti delle emittenti che hanno ottenuto il nulla osta per l’esercizio del diritto di cronaca; 

Fotografi: procedure per accreditarsi

Possono accreditarsi i fotografi iscritti all’Albo professionale e i praticanti muniti di documento d’identità e della dichiarazione del direttore responsabile della testata. Le richieste per ottenere i tagliandi di accesso dovranno pervenire per iscritto alle società tre giorni prima di ogni gara dalle agenzie fotografiche o dagli organi di informazione interessati.