accesso  Email:   Password:       LND feed RSS  Lnd Facebook  Lnd Twitter  Lnd Youtube  icona

  home personale    logout LND feed RSS  Lnd Facebook  Lnd Twitter  Lnd Youtube icona

13/12/2012

copertina
Fisco e Calcio Dilettantistico
Pubblicata la seconda edizione aggiornata del prezioso volume che la Lega Nazionale Dilettanti recapiterà gratuitamente a tutte le società.

"Abbiamo deciso di riproporre alle nostre società, sempre gratuitamente, una nuova edizione del volume ‘Fisco e calcio Dilettantistico' aggiornato con la normativa tributaria al momento di andare in stampa con la finalità di rendere un notevole servizio alle società e associazioni che praticano il calcio sotto l'egida della FIGC-Lega Nazionale Dilettanti". Con queste parole, il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Carlo Tavecchio ha annunciato la riedizione dell'atteso volume curato dall'esperto fiscale della LND Edmondo Caira, che tanto successo ha avuto in occasione della sua prima stampa. Le copie del libro saranno distribuite gratuitamente a tutte le società della Lega Dilettanti ed il motivo non va ricercato soltanto nell'esigenza dell'aggiornamento, ma soprattutto nella riproposizione dell'impellente obbligo che incombe alle associate LND, come peraltro a tutti i contribuenti, di rispettare le normative fiscali adempiendo correttamente alle disposizioni in materia. La Lega Nazionale Dilettanti, infatti, molto si è spesa negli ultimi anni per colmare con iniziative di diversa natura, non ultima la creazione del Centro Servizi (deputato ad offrire assistenza proprio in termini di fiscalità), il gap di conoscenza delle normative fiscali da parte del complesso e variegato mondo dilettantistico. Quella della LND è una vera e propria campagna di sensibilizzazione i cui dirigenti, per loro natura di volontari, sono alieni dalla fiscalità e della normativa agevolativa per l'attività delle associazioni sportive dilettantistiche. Si parte dal presupposto che le ASD, pur comprendendone la finalità sociale e le difficoltà sempre crescenti dal punto di vista economico, non devono considerarsi al di fuori della legge. Ma allo stesso tempo è incessante l'opera del presidente Tavecchio che si è fatto portavoce presso le competenti sedi dell'amministrazione finanziaria, in particolare dell'Agenzia dell'Entrate, al fine di instaurare un rapporto collaborativo per far conoscere esigenze e difficoltà dell'universo dilettantistico. Lo scorso anno, la LND ha promosso incontri sul territorio con i responsabili dell'Agenzia delle Entrate che hanno avuto lo scopo di far conoscere all'Agenzia il mondo del calcio dilettantistico attraverso la grande platea dei dirigenti ‘volontari' dilettanti che continuano ad operare con enormi difficoltà soprattutto di ordine economico cercando, in assoluta buonafede, di agire correttamente e, nel contempo, al fine di sentire esporre dalla viva voce di alti rappresentanti dell'amministrazione finanziaria quali sono gli obblighi cui le società sono tenute e le conseguenze che derivano dalle loro inadempienze. Gli incontri hanno portato ad una reciproca conoscenza e presa d'atto. Da una parte i dirigenti di società si sono resi conto che i rappresentanti dell'Agenzia delle entrate sono persone disponibilissime a supportare con la loro professionalità le problematiche delle società e dall'altra gli stessi alti funzionari si sono resi conto che davanti a loro ci sono ‘persone per bene', persone pronte a sacrificare tempo e denaro per una passione, crescere i giovani calciatori tenendoli lontani dalle gravi e tristi lusinghe della strada. "Ebbene: missione conclusa! - ha affermato con convinzione Tavecchio - le nostre società saranno più attente ai problemi fiscali e i Direttori Regionali dell'Agenzia hanno promesso di mettere a disposizione le loro strutture per l'assistenza, attraverso i Comitati Regionali della LND, alle società che la richiedono". Nel suo intervento, il presidente Tavecchio ha ribadito la condanna verso quanti, fortunatamente pochi, mettono in atto tentativi di evasione perché screditano quanti, la stragrande maggioranza, compiono sacrifici in ossequio alla loro grande passione per il calcio. "La mentalità del nostro mondo - ha affermato il presidente LND - è informata ai principi di lealtà nello sport, va travasata anche nel rispetto delle leggi, non può essere tradita dalla vergogna dell'evasione cui si ricorre, a volte, con comportamenti delittuosi come la sovrafatturazione e tali comportamenti gettano discredito sull'intera platea delle nostre società i cui dirigenti, ripetiamo, sono ‘gente per bene', gente che lotta con gli artigli e con i denti per sopravvivere". "È a queste società ed ai loro dirigenti - ha concluso Tavecchio - che vogliamo dedicare questo nostro secondo sforzo editoriale perché possano, con il suo ausilio, evitare quegli errori commessi finora in buona fede". A questo scarto in avanti culturale complessivo è necessario, però, che anche la stessa Agenzia delle Entrate, alla quale è stata rinnovata in tutte le sedi la più ampia collaborazione da parte della LND, faccia chiarezza su alcune criticità, emerse durante gli incontri con le Direzioni Regionali, che stanno rendendo difficile la vita delle società dilettantistiche. Ci si riferisce al riconoscimento delle prestazioni di sponsorizzazione quali prestazioni pubblicitarie in ossequio alla ‘presunzione assoluta' disposta in tal senso dall'art. 90, comma 8 della legge n. 289 del 2002 ed alla possibilità che le violazioni di natura formale non comportino la sanzione della perdita delle agevolazioni, ma la sola sanzione amministrativa. In quest'ottica la LND continuerà ad operare sperando di trovare ascolto presso tutti i deputati uffici dell'amministrazione finanziaria.