Si è svolto oggi, alle ore 11.00 nell’aula Magna dell’Istituto “Rita Levi Montalcini” di Quarto Flegreo (NA), il primo incontro della seconda annualità del progetto “Percorsi di cittadinanza attiva e responsabilità giovanile” promosso dalla Virtus Social Quarto Santa Maria in collaborazione con l’Istituto e rientrante nelle attività sociali che l’associazione quartese svolge nelle scuole del territorio. Un progetto ambizioso che mira alla sensibilizzazione dei temi in materia di cittadinanza attiva e responsabile, partendo dallo sport e dall’attività sociale, cercando di stimolare attraverso laboratori e visite guidate, i ragazzi verso un impegno concreto. Sala gremita dai circa 100 studenti delle classi terze e quarte indirizzo scientifico. Per il mondo del calcio sono intervenuti: Cosimo Sibilia Presidente Lega Nazionale Dilettanti, Andrea Vecchione Segretario LND Campania, Antonio Trovato Responsabile A.I.C. Campania e Basilicata. 

Le Universiadi come opportunità per migliorare gli impianti sportivi in Campana: è l’auspicio espresso dal Presidente Cosimo Sibilia che ha parlato agli studenti nel corso del dibattito sul tema "Lo sport come fattore di inclusione sociale". L’incontro è stato promosso del presidente della Virtus Social Quarto Santa Maria, Nico Sarnataro. Al dibattito hanno preso parte anche la dirigente scolastica Daniela Sciarelli, la docente Raffaella De Vivo, il parroco Don Antonio Petracca, Antonio D’Amore, dell’Associazione Libera, il coordinatore nazionale di Avviso Pubblico Pierpaolo Romani. Antonio Trovato. “Lo sport è l’unica medicina senza controindicazioni”, ha detto Trovato. Applausi per uno studente dell’istituto che ad ottobre ha vinto tre medaglie d’oro e tre medaglie d’argento ai Campionati Europei giovanili per atleti paraolimpici. I lavori sono stati moderati dall’inviato di “Repubblica” Dario Del Porto.